Junior Enterprise Sicilia

Quando arriva un’idea non è sempre immediato rendersi conto del suo potenziale: è difficile realizzare di avere per le mani qualcosa di importante nel momento in cui ciò accade.

Quando per la prima volta ci è stato presentato il progetto delle JE nel Gennaio 2018, lo stupore è stato immediato: da un lato siamo rimasti colpiti da quanto in Italia tutto fosse così diverso e all’avanguardia, da quanto al Nord il sodalizio imprese-studenti fosse molto più strutturato. Dall’altro, a queste riflessioni è scaturito un “DIAMOCI UNA MOSSA” generale.

Succede però che fin dal primo momento emergono problemi apparentemente insormontabili:
«In un territorio come quello siciliano, dove per gli imprenditori stessi fare impresa è difficile, come è possibile importare un modus operandi giovane e nuovo?»

In quei luoghi che hanno poco da offrire, l’idea è quella di cambiare ottica: la mancanza di innovazione diffusa da punto di debolezza diventa un’opportunità da sfruttare.

Per dare forma alla propria idea è bene porsi delle domande. È importante capire COME, DOVE e A CHI rivolgere la propria azione, aver chiaro PERCHÉ qualcuno si sarebbe dovuto rivolgere a noi. Sondare il territorio, intervistare la gente, si rivela in questi termini il metodo più congeniale.

Fare impresa in una realtà in cui le imprese falliscono. Questa la vera sfida.

Ma sfide del genere necessitano un team di tutto rispetto, che sia all’altezza delle task del caso.

Ottobre 2018 | Primo Recruiting di JESic - Due soli requisiti: essere giovani e avere tanta voglia di mettersi in gioco.

Da un piccolo gruppo, costituito da una o due persone per area, JESic conta oggi 5 AREE (Comunicazione, IT, HR, Commerciale, Legale), in grado di offrire servizi più disparati: se un piccolo negoziante non sa come farsi conoscere nel modo giusto, JESic può fornirgli siti web, pagine social e vari tipi di consulenze.

Rispondere ad un bisogno è sempre la strategia vincente.

Ma come realizzare gli ambiziosi progetti iniziali?
Primo passo per un’impresa nascente: definire gli obiettivi. Primo tra tutti nel “Caso JESic” la formazione. Lo scopo non è fare cassa, non è guadagnare il più possibile, cumulando contratti su contratti, ma è formare i soci dal punto di vista professionale. Da questo punto di vista, un contratto “meno proficuo” può valere di più purché maggiormente formativo. L’interesse è quello di permettere a ognuno di acquisire nuove conoscenze e consolidare le proprie.

Secondo passo: individuare i clienti. I LEAD costituiscono la fonte di denaro, e nessuna impresa che si rispetti, neppure una no-profit, può continuare a esistere senza quest’ultimo. Imbucandosi a business events di ogni sorta, rintracciando, talvolta rincorrendo professionisti e negozianti in fuga, l’area commerciale ha assolto questo gravoso compito.

“Perché lo fate?”
Il momento più bello della realizzazione di un’idea è quello della CREAZIONE. Quando si lavora, in squadra, per soddisfare le richieste più disparate da parte dei clienti, contenuti e progetti acquistano forma.
La società diventa il luogo dove la realtà si trasforma, dove le persone crescono, dove si costruisce non la formazione del singolo, ma quella globale dei soci. Qui si acquistano competenze professionali di tutto rispetto, ci si interfaccia con clienti veri, si ha un assaggio di quello che sarà il mondo del lavoro.
Tanti i progetti a cui JESic ha lavorato: siti web per alcuni imprenditori e società sia locali che del resto del paese, consulenze legali per l'avvio di imprese nel territorio, campagna di social media management che consentissero ai numerosi esercizi commerciali di rimanere al passo coi tempi.

Ultimo passo, e più importante è il RICONOSCIMENTO. Apple non sarebbe Apple se le istituzioni prima e il popolo negli anni non l'avessero riconosciuta come tale. Per questo motivo, dopo un oneroso iter burocratico e rispettando tutti i requisiti necessari, JESic ha ottenuto il riconoscimento come JE.
Con l'entusiasmo e la grinta di un gruppo di giovani con un'idea e con delle buone intenzioni, siamo finiti col realizzarci come vera e propria squadra di consulenti, maturando passo dopo passo un'esperienza ed una competenza tali da poterci fregiare del marchio distintivo del più grande Network internazionale di studenti/consulenti.
L’investitura di JESic come Junior Enterprise meritava una cerimonia di tutto rispetto. E quale migliore occasione del JIMM 2019, meeting nazionale delle Junior Enterprise presenti nella penisola.

I traguardi sono soddisfazioni per una società motrice di idee, ma mai sentirsi arrivati.

Nella duplice veste di società nuova e società virtuosa, JESic riceve in quell’occasione anche il premio di Miglior Junior Initiative del 2019. Forti dell’approvazione da parte di JADE Italia - che parallelamente ha avviato un'imponente e coraggiosa campagna di rebranding riunendo l'intero network italiano sotto l'egida di Junior Enterprise Italy -, abbiamo iniziato una serie di progetti di consulenza sempre più ambiziosi.

Tanti gli ingredienti per rendere l'idea di successo.
Grazie a questi, oggi JESic, unica Junior Enterprise in Sicilia, colleziona numerosi leads e contratti, a dimostrazione che un progetto ben strutturato e concreto può crescere anche nei terreni più ostili.
Oggi per la prima volta il Board si rinnova, il logo si tinge di Sicilia, per una società che guarda al futuro, ma che oggi ricorda il suo operato in quello che non è un classico sommario annuale.