Junior Enterprise Sicilia

Gli anni 10 volgono al termine e i social network oggi vivono il loro apice di popolarità e utilizzo. Inutile sottolineare ancora una volta quanti, grazie ad essi, siano riusciti a migliorare l’economia del proprio settore e chi, invece, partendo proprio dalle piattaforme, sia riuscito a centrare i propri obiettivi sfruttando al meglio tutte le potenzialità del sistema.

Oggi Instagram è diventato un vero e proprio mercato, ma sono ancora molti gli scettici che sottovalutano l’efficacia di un post o di una storia, negando che un messaggio ben comunicato possa veicolare al meglio l’informazione che vogliamo far arrivare allo spettatore.

Sveliamo quindi “i trucchi del mestiere” entrando nel backstage di un influencer o di un social media manager di un’azienda: quali sono gli strumenti fondamentali per la creazione di un contenuto di valore?

Snapseed

L’editing di una fotografia che è indirizzata a migliaia di persone non può esser certamente lasciata al caso. Ogni ombra, ogni colore ed ogni difetto va curato nei minimi dettagli ed è per questo che la scelta dell’editor risulta un momento cruciale: quale app utilizzerò, tra le centinaia, per curare il mio scatto?

Snapseed è probabilmente la migliore scelta per qualsiasi sistema operativo: il giusto compromesso tra professionalità e semplicità. Con l’applicazione sviluppata da Google è possibile utilizzare dei preset, ma anche calibrare tutti i parametri, utilizzare un correttore e, per i più esperti, giocare con le curve di regolazione.

 

Unfold

A fianco alla creazione di un post c’è sicuramente un lavoro di rilievo per le Instagram Stories. Unfold è l’app che ti permette di dare un tocco elegante alle tue fotografie, aggiungendo originalità nello stile valore al tuo messaggio. È sicuramente il miglior strumento per equiparare una stories della durata di 24 ore all’efficacia di un post che resta pubblico nel proprio profilo.

 

Mojo

Per dare ancora più dinamicità alle stories, Mojo è un’app dà la possibilità di creare storie animate con i propri contenuti. Se per Android sembra l’unica app del suo settore, per iOS è l’unica alternativa valida tra l’ampia scelta. Molti sono i template, ma altrettante sono le personalizzazioni in base alle proprie preferenze.

Canva

Non tutti sono in grado di utilizzare Photoshop o Illustrator, ma per qualche grafica o post a carosello sarebbe davvero utile saperlo fare. In nostro aiuto arriva Canva che non solo mette a disposizione centinaia di template gratuiti, ma permette anche una realizzazione da zero di ogni tipo di contenuto: post, stories o grafiche con le dimensioni per qualsiasi social. (Canva è un’app gratuita. È possibile utilizzare tutte le sue potenzialità abbonandosi al loro servizio, anche se il 90% dei suoi utenti riesce ad avere risultati a dir poco eccellenti con il piano gratuito.). L’esperienza è estremamente user-friendly e basta smanettare con i vari strumenti per capire al volo come utilizzarli. È disponibile sui dispositivi mobili, ma il nostro consiglio è quello di utilizzarla da desktop con il mouse o da tablet con una pencil, il vostro lavoro risulterà molto più semplice.

 

Ninjalitics

Come facciamo a capire se il nostro contenuto sta spopolando in maniera corretta o se il mio engagement sta crescendo in maniera proporzionale? L’Italia ha sempre sfornato dei talenti unici nel loro genere, ma stavolta si è superata: Ninjalitics è un’azienda tutta italiana che ha creato il primo tool di analisi dei profili Instagram. Tutti gli utenti possono gratuitamente analizzare sul loro sito migliaia di aspetti, statistiche e dati del proprio profilo e di quello altrui. (ndr. è possibile anche abbonarsi ed utilizzare un piano business per consigli, commenti e analisi extra dei propri dati). Oggi Ninjalitics non è solo un tool, ma anche una community di digital marketers e influencer, una scuola di formazione e un gruppo di imprenditori digitali che, dopo Instagram, sta scegliendo di conquistare anche tutti i dati di TikTok.